Add menu
Saturday, 01 October 2022

Articoli

19 Settembre 2022 07:44

Colombia: il governo Petro incontra i dissidenti delle FARC

I rappresentanti del governo colombiano dell’attuale presidente, Gustavo Petro, hanno compiuto un ulteriore passo verso il progetto di “pace totale” per la Colombia. Sabato 17 settembre, nel dipartimento colombiano di Caquetá, l’Alto Commissario per la Pace, Danilo Rueda, ha incontrato quattro membri di un gruppo armato nato dalla smobilitazione dei ribelli delle Forze Armate Rivoluzionarie della Colombia (FARC), per esplorare potenziali colloqui di pacificazione.

Alla riunione erano presenti anche due osservatori internazionali, tra cui un delegato del governo norvegese, Dag Nagoda, e un esponente delle Nazioni Unite, Raul Rosende. Come riportato all’interno del comunicato, l’obiettivo dell’incontro è stato “l’esplorazione e il riavvicinamento per valutare la possibilità di avviare dialoghi nel quadro della pace totale”. La dichiarazione ha mostrato la volontà dei dissidenti della FARC di mantenere un cessate al fuoco bilaterale. 

L’Alto Commissario ha spiegato durante il vertice i criteri legali della politica di pace totale di Petro e “i presupposti del dialogo”. I quattro membri ribelli dell’ex gruppo guerrigliero hanno proposto quattro punti. Il primo ha come oggetto che la pace totale dovrebbe significare l’eliminazione delle cause che generano il conflitto sociale e armato, poi che per un secondo riavvicinamento ci sia un cessate al fuoco bilaterale concordato dalle parti. Come terzo punto, che i dissidenti dovrebbero prima potersi consultare con le loro strutture su questo possibile dialogo e, infine, la presenza di terze parti neutrali durante i colloqui. Inoltre, il comunicato ha riferito che è stato concordato di firmare un protocollo confidenziale per garantire un nuovo incontro. 

L’ambizioso programma di pace di Petro, a due mesi dall’inizio della sua presidenza il 7 agosto scorso, sembra essere la priorità principale del nuovo esecutivo. I guerriglieri dell’Esercito di Liberazione Nazionale (Eln), con i quali si sono seduti diversi governi colombiani ma nessuno è riuscito a firmare un accordo, sperano di iniziare i colloqui nelle prossime settimane. Petro ha proposto al governo venezuelano di essere un garante nel processo, e l’amministrazione del Venezuela ha accettato questo ruolo e il presidente del Paese, Nicolas Maduro, ha affermato che sarebbe anche “disposto a ospitare i negoziati”.

Tuttavia, l’organizzazione non governativa colombiana Indepaz ha pubblicato un rapporto il 16 settembre in cui è stato osservato che nel Paese ci sono 22 gruppi armati che vogliono aderire alla nuova politica di pace totale proposta dall’esecutivo guidato da Petro. Inoltre, ha dichiarato che il governo ha già avuto approcci con gli altri dissidenti più visibili, noti come Seconda Marquetalia, e anche con il gruppo criminale Autodefensas Gaitanistas de Colombia (AGC) o Clan del Golfo.

Nonostante le mosse della nuova presidenza per cercare la pace, alcuni esperti hanno criticato questo tipo di dialogo. Il senatore colombiano, Humberto de la Calle, che è stato il negoziatore principale dell’accordo firmato il 24 novembre 2016, ha espresso il suo rifiuto di aprire nuovamente un colloquio con la Seconda Marquetalia e il suo comandante, noto come Ivan Marquez. Per questo, de la Calle sui suoi social network ha affermatoche “non è d’accordo con la riapertura dei negoziati con Ivan Marquez, hanno avuto la loro possibilità, crede che la strada che hanno lasciato sia quella della sottomissione”.

Secondo El Pais, restano ancora molti dettagli da conoscere sulla politica di pace complessiva e sulle modalità di attuazione con ciascuna delle organizzazioni armate. Il governo ha già presentato al Congresso un’iniziativa per estendere la legge che ha permesso a tutti gli esecutivi di negoziare con i gruppi armati illegali e che, se approvata, gli consentirebbe anche di nominare commissari di pace regionali, di sostituire il servizio militare obbligatorio con il servizio sociale e di autorizzare sindaci e governatori a stipulare accordi umanitari.

Articoli correlati

Non perderti nessun contenuto del nostro blog!

Iscriviti gratis alla newsletter, ti invieremo avvisi per le nuove uscite di tuo interesse.

    La forza di Sicurezza Internazionale

    Sicurezza Internazionale è il quotidiano dell'informazione che da voce a tutti gli Stati senza discriminarli in base ai blocchi a cui appartengono. Alla ricerca di un'informazione sulla politica internazionale più ampia e imparziale possibile.

    Scopri di più sulla redazione
    book

    Nuovi articoli ogni giorno

    Ship of the imagination star stuff harve sting star light descended from astron omers finite but descended.

    star

    Contenuti oggettivi

    Ship of the imagination star stuff harve sting star light descended from astron omers finite but descended.

    badge

    Accuratezza delle informazioni

    Ship of the imagination star stuff harve sting star light descended from astron omers finite but descended.

    hat

    Una redazione di esperti

    Ship of the imagination star stuff harve sting star light descended from astron omers finite but descended.

    La forza di Sicurezza Internazionale

    Sicurezza Internazionale è il quotidiano dell'informazione che da voce a tutti gli Stati senza discriminarli in base ai blocchi a cui appartengono. Alla ricerca di un'informazione sulla politica internazionale più ampia e imparziale possibile.

    book

    Nuovi articoli ogni giorno

    Ship of the imagination star stuff harve sting star light descended from astron omers finite but descended.

    star

    Contenuti oggettivi

    Ship of the imagination star stuff harve sting star light descended from astron omers finite but descended.

    badge

    Accuratezza delle informazioni

    Ship of the imagination star stuff harve sting star light descended from astron omers finite but descended.

    hat

    Una redazione di esperti

    Ship of the imagination star stuff harve sting star light descended from astron omers finite but descended.

    Sicurezza Internazionale è gratuito fino al 30/09

    Abbonati e aggiornati su tutte le novità di geopolitica. Contenuti nuovi ogni giorno!

    Mensile

    Accedi per 30 giorni dalla data di abbonamento a tutti i contenuti di Sicurezza Internazionale. Rinnova al termine.

    10 / mese
    Il più conveniente

    Annuale

    Accedi per 1 anno ai contenuti di Sicurezza Internazionale con un maxi sconto sul prezzo. Risparmia oltre il 30%!

    80 / anno

    Studenti

    Sei all’università e vuoi accedere ai contenuti con un vantaggio economico? Contattaci per avere il tuo sconto studenti.

    60 / anno

    Ti occupi di ricerca o hai una cattedra? Abbiamo degli sconti riservati per te.

    Clicca qui e scopri di più.